Brennero, il muro della vergogna avrà effetti nefasti Brennero, per Gentiloni la costruzione del muro della vergogna da parte degli Austriaci avrà effetti nefasti su tuta l’Europa.

E, in effetti, quando si costruiscono muri, si smantella la democrazia, la solidarietà. A ogni mattone corrisponde una punta di odio in più, a ogni rete fa da contrappeso il gioco terribile dell’intolleranza.

Lo si fece fra le due Germania, lo si è fatto in Ungheria, lo si è fatto in Israele e così via. Ogni volta è un vulnus al vivere civile, alla pacifica convivenza fra i popoli. E ancora non abbiamo imparato a fare a meno di questi strumenti.

Dice il Premier Renzi: “Se gli Austriaci non rispetteranno le regole, ci faremo sentire”.

Probabilmente le regole europee non consentono più la creazione di steccati, tuttavia c’è ancora qualcuno che lo fa. Brutto segnale.

Il ministro degli Esteri Gentiloni, da parte sua, all’arrivo al Consiglio dei Ministri degli esteri europei, racconta: “Abbiamo parlato spesso con i nostri colleghi Austriaci. C’è uno scarto tra le dichiarazioni e quello che apparentemente si sviluppa sul terreno. Io non perdo la speranza che, di là di gesti simbolici e dichiarazioni, si possa collaborare”.

“Perché sappiamo tutti che l’innalzamento di un muro in quel posto, cioè al Brennero, avrebbe effetti economici e simbolici molto gravi per l’Europa”.