Caso Regeni, le firme revocare l’accordo militare con l’Egitto

Eleonora Gitto

Caso Regeni, le firme revocare l’accordo militare con l’EgittoCaso Regeni, si raccolgono le firme per rompere la collaborazione militare Italia-Egitto.

Tra i firmatari troviamo, tra gli altri, Valerio Mastandrea, Roberto Saviano, Stefano Benni, Alice Rohrwacher, Andrea Segre, Giulio Marcon.

Nell’appello per la revoca dell’accordo militare, si legge: “Nel dicembre del 2014 il Ministro della Difesa Roberta Pinotti ha firmato una dichiarazione congiunta con il ministro della difesa egiziano del regime di Al Sisi, dichiarazione che ha avviato concrete attività di cooperazione nel campo militare come l’assistenza all’addestramento delle forze militari egiziane e il rifornimento dei componenti di sistemi di arma”.

“Dopo le ripetute violazioni dei diritti umani e l’assassinio di Giulio Regeni, con il regime di Al Sisi non ci può essere alcuna cooperazione militare. Non possiamo aiutare militarmente un regime che viola i diritti umani e che si oppone alla ricerca della verità sulla morte di Giulio Regeni”.

“Per questo chiediamo al governo italiano di revocare la dichiarazione congiunta del novembre 2014 in materia di cooperazione militare e di interrompere ogni assistenza militare e qualsiasi fornitura di armi al regime di Al Sisi”.

Chi intende sottoscrivere l’appello online, può mandare una mail all’indirizzo iosottoscrivo@gmail.com

Le sottoscrizioni sono già moltissime e aumentano di minuto in minuto.

Next Post

Profughi climatici in arrivo, 50 milioni entro il 2020

Entro il 2020 arriveranno in Europa 50 milioni di profughi climatici. Non bastavano i profughi in fuga dalle guerre, dalle carestie, dalla povertà, dal terrorismo. Ora l’esodo dipenderà anche dalle condizioni climatiche. Arriveranno profughi soprattutto provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente, a causa del clima che nei prossimi […]
Profughi climatici in arrivo, 50 milioni entro il 2020