Come dimagrire a 50 anni, ecco le migliori diete

Come dimagrire a 50 anni ecco le migliori diete

Gli ormoni e la dieta giocano un ruolo nell’aumento di peso delle donne soprattutto dopo i cinquant’anni.

Quali diete dopo i 50 anni

Per supportare la funzione del cuore o del cervello, aiutare a controllare i sintomi della menopausa o promuovere la loro salute generale, ci sono alcune diete che sono caldamente consigliate per le donne che hanno superato l’asticella dei 50 anni.

Dieta mediterranea

La dieta mediterranea è da sempre classificata come uno dei modelli alimentari più sani per quasi chiunque, comprese le donne di età superiore ai 50 anni.

Questa dieta è caratterizzata dal suo basso contenuto di grassi saturi e consiste principalmente di verdure, legumi, frutta, noci e cereali integrali e si basa sull’olio d’oliva come fonte primaria di grasso aggiunto.

Sebbene la dieta mediterranea sia prevalentemente a base vegetale, comprende anche quantità moderate di pesce e latticini, oltre a piccole quantità di uova, pollame e carne rossa.

Secondo la ricerca, questa dieta riduce il rischio di malattie croniche legate all’età; Come malattie cardiache, diabete, cancro e declino mentale.

Uno studio ha anche collegato la dieta mediterranea a un rischio inferiore del 30% di obesità nelle donne in pre e post menopausa.

La dieta Dash

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le malattie cardiache sono una delle principali cause di morte per le donne di età superiore ai 50 anni.

Inoltre, i tassi di ipertensione, un importante fattore di rischio per le malattie cardiache, aumentano notevolmente dopo la menopausa.

La dieta DASH è progettata per prevenire e curare la pressione alta. È caratterizzata dal suo basso contenuto di sodio e si concentra su cibi ricchi di calcio, potassio e magnesio, che sono noti per aiutare ad abbassare la pressione sanguigna.

La dieta DASH consiste principalmente di verdure, frutta e latticini a basso contenuto di grassi, seguiti da quantità moderate di cereali integrali, legumi, noci, semi, pesce e pollame. Sono vietate le carni lavorate.

Questo regime fornisce ulteriori benefici, come l’abbassamento del colesterolo e il miglioramento del controllo della glicemia.

Dieta Flexitari

Si tratta di una dieta flessibile è un piano semi-vegetariano che è per lo più a base vegetale, ma a volte include carne, uova, latticini e pesce.

Questo stile alimentare è attualmente più popolare tra le donne che riducono la carne per motivi di salute, benessere degli animali o ambientali.

Una dieta flessibile è un’ottima opzione per chiunque sia interessato ad aumentare l’assunzione di fibre e proteine ​​vegetali, che comprende anche il valore nutritivo dei prodotti animali e vuole mangiarli secondo necessità.

Una dieta flessibile fornisce più ferro e omega-3 da alimenti, come carne rossa e pesce. Inoltre tende ad essere più ricco di calcio, un nutriente importante per il mantenimento della salute delle ossa nelle donne in postmenopausa.

Le prime ricerche suggeriscono che questo modello alimentare fornisce ulteriori benefici per il peso corporeo, la salute del cuore e la prevenzione del diabete.

La dieta Mind

L’età e il sesso sono fattori importanti nello sviluppo della demenza, che è molto più comune nelle donne che negli uomini.

La dieta MIND è stata sviluppata per ridurre il rischio del morbo di Alzheimer e di altri tipi di declino mentale legato all’età.

Combina elementi della Dieta Mediterranea e DASH che hanno dimostrato di supportare la salute del cervello.

Si concentra su alimenti come cereali integrali, bacche, verdure a foglia verde, fagioli, olio d’oliva e pesce grasso. Sono sconsigliati i fritti, le carni rosse, il burro, i formaggi ei dolci.

Inoltre numerosi studi hanno scoperto che la dieta MIND riduce il rischio di sviluppare la demenza.