Kamikaze si fa esplodere ad Istanbul in Turchia

Attentato ad Istanbul in Turchia per mano di un kamikaze.

Un kamikaze si è fatto esplodere oggi nella zona turistica di Sultanahmet, in Turchia provocando la morte di 11 persone di cui 9 turisti tedeschi e due sudcoreani; hanno inoltre riportato gravi ferite altri 10 turisti.

L’attentatore è il saudita Nabil Fadli, di 28 anni , jihadista appartenente all’Isis da poco arrivato in Turchia e non ancora monitorato dalle autorità locali. Testimoni hanno dichiarato che si è sentito prima un forte scoppio e poi un grande caos . La zona dell’attentato si trova vicino a famosi monumenti come la Moschea Blu, Santa Sofia e il palazzo Topkapi. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha così commentato il grave episodio:

«Il terrorismo internazionale ha mostrato il suo brutto volto, dobbiamo agire in modo deciso». Anche il presidente Sergio Mattarella ha espresso la vicinanza dell’Italia al presidente turco Erdogan: «Questo ulteriore gesto di cieca e insensata violenza non ci farà arretrare di fronte ai nemici della democrazia e della pacifica convivenza. In questo momento di profondo dolore l’Italia è al fianco della Turchia nella lotta senza sosta contro il terrorismo».

Il leader del partito turco filo-curdo Selahattin Demirtas ha condannato il massacro e ha promesso che chi ha colpito il paese in modo così vile non raggiungerà mai il proprio obiettivo e che i responsabili saranno individuati.