Molfetta, scovati numerosi furbetti del cartellino in ospedale

Negli ospedali italiani c’è carenza cronica di medici ed infermieri, ma in generale di tutte quelle figure che fanno sì che una struttura funzioni nel modo più efficiente possibile.

Ma i problemi non riguardano solamente le carenze, ma anche i dipendenti “furbetti”, coloro a cui, del proprio lavoro, interessa solo lo stipendio.

Negli ultimi anni la lotta all’assenteismo si è molto intensificata, e serrate indagini hanno portato a pervenire a lodevoli risultati come quello di Molfetta.

E’ infatti di 30 indagati, di cui 12 arrestati e uno con obbligo di dimora, il bilancio di una indagine della Guardia di Finanza che ha svelato un sistema di fraudolenta solidarietà nel timbrare il cartellino per assentarsi dal lavoro, durante l’orario di servizio, all’Ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta (Bari).

I reati contestati, a vario titolo, sono truffa aggravata ai danni di Ente pubblico, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, abuso d’ufficio e peculato.

Fra le persone coinvolte non mancherebbe qualche personaggio eccellente tra dirigenti medici, personale paramedico, impiegati amministrativi, tecnici manutentori nonché un soggetto esterno all’Azienda Sanitaria Locale.

You May Also Like

Como, madre vessa la figlia per farla dimagrire

Se è vero che l’obesità è la piaga del nuovo millennio e…

Vitamina D facciamo il carico consumando più cacao

Abbiamo tutti sentito dire che il cioccolato è ricco di benefici per…

Telethon in piazza per sostenere la ricerca sulle malattie rare

Sono definite rare tutte quelle malattie che colpiscono un numero ristretto di…