Nato: Ci preoccupano le basi missilistiche in Cina

redazione

Lunedì il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha espresso preoccupazione per la costruzione di nuove forze missilistiche in Cina, che ha affermato che ha aumentato significativamente il potenziale di armi nucleari del paese.

Secondo Stoltenberg, la Cina sta rapidamente aumentando il numero delle sue testate nucleari e dei moderni vettori missilistici. “Tutto questo sta accadendo in modo indefinito e non trasparente”, ha aggiunto.

Nato Ci preoccupano le basi missilistiche in Cina
foto@Wikimedia

Come potenza globale, la Cina ha la responsabilità globale di controllare le armi“, ha detto Stoltenberg ad una conferenza a Copenaghen sulla questione.

La Federation of American Scientists (FAS) ha avvertito a luglio che la Cina stava costruendo più di 100 nuove forze nel deserto nella remota regione autonoma uigura dello Xinjiang nel nord-ovest del paese: spazi sotterranei per missili balistici intercontinentali.

A giugno, il Washington Post ha riferito che la Cina aveva iniziato a costruire strutture quasi identiche nel deserto vicino alla città nord-occidentale dello Yemen, nel nord-ovest del paese, che assomiglia a lanciamissili balistici nucleari già costruiti. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università della California, a Monterey, che hanno confrontato le immagini satellitari. Tuttavia, gli esperti nucleari cinesi hanno negato questa informazione.

Se la Cina dovesse mettere in funzione le forze nello Xinjiang e nello Yemen, sarebbe in vantaggio rispetto alla Russia sulle cifre complessive, raggiungendo circa la metà del numero di lanciatori a disposizione degli Stati Uniti. La Cina stima che la Federation of American Scientists possieda circa 350 testate nucleari. Gli Stati Uniti e la Russia hanno ciascuno 4.000 testate.

Next Post

Kim Jong Un reclama azioni urgenti contro i cambiamenti climatici

La Corea del Nord sta affrontando una carenza di cibo, tra i vari motivi il presidente da le colpe al “tempo anomalo“. Un’azione urgente contro cambiamento climatico, questo è quello che prospetta il leader nordcoreano Kim Jong-un, nel tentativo di far fronte al clima “anomalo”, a causa del quale, si […]
Kim Jong Un reclama azioni urgenti contro i cambiamenti climatici