Pesaro, 16 enne si è tolto la vita con un fucile
Catania quattro giovanissimi morti di ritorno dalla discoteca

Sono sempre tante le ragioni che possono spingere ad un suicidio, e spesso non sono comprensibili: per la maggior parte degli esseri umani, infatti, la vita è sacra ed è inconcepibile scegliere di togliersela volontariamente.

Sicuramente è inconcepibile per tutti pensare che a scegliere di morire sia un ragazzino, nel fiore degli anni, la cui unica problematica dovrebbe essere l’interrogazione a scuola o il primo amore non corrisposto.

Eppure capita, e sta capitando troppo spesso: l’ultima bruttissima storia viene dalla provincia di Pesaro, dove uno studente di appena 16 anni è morto a Fermignano, per un colpo di fucile esploso in casa. 

Purtroppo, secondo la prima ricostruzione, nonostante il ragazzo fosse apparentemente sereno, ben inserito a scuola ed in società, pare si sia trattato di un suicidio.

A quanto pare, infatti, prima di rivolgere l’arma, regolarmente detenuta, contro di sé, il 16 enne ha scritto un biglietto, chiedendo scusa ai familiari.

Immediati i soccorsi, ma gli operatori sanitari del 118, giunti sul posto, non hanno potuto fare nulla per il giovane se non constatarne il decesso.

You May Also Like

Amministrative Roma, per Berlusconi c’è solo Bertolaso

Nelle candidature del centrodestra per le amministrative su Roma, per Berlusconi c’è…

Smog: a Napoli domenica ecologica, mezzi pubblici a 1euro

Domenica ecologica per Napoli che segue la scia di altre metropoli italiane.…

Rosy Bindi, liste civiche un varco per la mafia

Per Rosy Bindi, Presidente della Commissione Antimafia, la mafia stessa si infiltra…