Presto si potrebbe andare in ufficio anche di notte

redazione

La Fase 2, come abbiamo potuto vedere più volte in questi giorni, è alquanto “nebulosa”: si sa che bisognerà continuare a mantenere la distanza sociale, anche se lasceremo le nostre case e torneremo al lavoro, ma non si sa come sarà possibile attuarlo.

Teoricamente, infatti, sappiamo ed è giusto che non ci ritroveremo più accalcati sui mezzi pubblici, negli uffici e nei negozi, ma concretamente come lo realizzeremo?

Si studiano svariate soluzioni, ma una delle ipotesi più probabili è quella che i negozi dovranno aprire per orari scaglionati, con diversificazioni che porteranno anche all’apertura in orari meno tradizionali. Stesso discorso per gli uffici: si entrerà e si uscirà ad orari differenti, coinvolgendo probabilmente anche le ore notturne.

Presto si potrebbe andare in ufficio anche di notte

Il sindaco di Milano Beppe Sala parla esplicitamente di aperture serali dei negozi, che “devono aprire in modo scaglionato, probabilmente dovranno tenere aperto di sera alcuni”.

L’obiettivo, come abbiamo premesso, è quello di evitare sovraffollamenti sia negli ambienti che sui mezzi di trasporto pubblici.

Nessuna limitazione però per fasce d’età agli spostamenti e nuove forme di autocertificazione per i movimenti.

Next Post

Campania autorizza le consegne, Toscana il takeaway

Pian piano, nonostante i contagi continuino ad essere tanti ed i morti giornalieri ad essere oltre i 400, l’Italia deve ripartire. Deve farlo per evitare una crisi economica ancora più ingestibile di quella in cui siamo già sprofondarlo, deve farlo per salvaguardare la salute psico-fisica dei suoi abitanti che ormai […]
Campania autorizza le consegne Toscana il takeaway