Taglio dei parlamentari è diventato legge
Taglio dei parlamentari diventato legge

La lotta è stata dura, ma alla fine la riforma è stata portata a casa: il taglio dei parlamentari è diventato legge dopo l’approvazione in quarta lettura, con 553 voti favorevoli, della riforma costituzionale alla Camera dei deputati.

“È una vittoria del popolo, una riforma storica che ricorderanno tutti, i nostri figli, i nostri nipoti. Per noi è veramente emozionante”, ha esultato il ministro dell’Interno Luigi Di Maio, che ne è stato il primo fautore.

Di Maio ha sottolineato che con questa riforma non si discute il ruolo del Parlamento, ma ci saranno importanti risparmi “da 300mila euro al giorno: quello che qualche cittadino non riesce neanche a guadagnare in una vita”.

“Oltre al risparmio c’è la semplificazione: con meno parlamentari avremo meno testi pieni di emendamenti, norme e contronorme che complicano la vita dei cittadini italiani. Con un miliardo di euro in dieci anni – ha aggiunto – possiamo comprare 13 mila nuove ambulanze, costruire cento scuole, comprare treni per i pendolari”.

E la vittoria ha fatto contento anche il Pd, almeno stando alle parole del segretario Dem, Nicola Zingaretti, che ha commentato: “La riduzione dei parlamentari è una riforma che il centrosinistra e il Pd portano avanti, in forme diverse, da 20 anni. Oggi abbiamo deciso di votarlo tenendo fede al primo impegno del programma di Governo e anche perché abbiamo ottenuto, così come da noi richiesto, che si inserisca dentro un quadro di garanzie istituzionali e costituzionali che prima non c’erano”. 

You May Also Like

Lecco, legale interdire certe zone ai migranti?

L’Italia sta vivendo, negli ultimi anni, una deriva razzista e xenofoba? Forse…

Mediterranea vuole seguire il destino della Sea Watch

Solo una manciata di giorni fa abbiamo seguito le peripezie della Ong…

Unioni Civili, la rivolta dei sindaci obiettori

Molti sindaci obiettori sono in rivolta contro l’emanando testo di legge sulle…