Unioni Civili, il “sì” alle adozioni gay del giudice di Napoli

Unioni Civili, il “sì” alle adozioni gay del giudice di NapoliUnioni Civili, un giudice di Napoli dice “sì” alle adozioni gay

Il giudice partenopeo ha ordinato la trascrizione di due sentenze del Tribunale civile francese di Lille, il quale aveva concesso l’adozione reciproca di due figli di due donne sposate in Francia.

Le due donne sono Giuseppina La Delfa, già Presidente di Famiglie Arcobaleno, e la compagna Raphaelle Hodets.

L’avvocato delle due donne, Alexander Suster, spiega che “la Corte si era pronunciata in senso progressista già nel 2015, quando aveva ordinato la trascrizione del matrimonio nei registri civili italiani”.

“La vita quotidiana risulterà più semplice per tutti noi, dice la signora Delfa, e loro saranno maggiormente tutelati in tutta Europa. I cittadini europei che si muovono in Europa non possono perdere diritti e doveri passando da uno Stato membro all’altro”.

“Non è solo una battaglia politica, ormai i nostri figli avranno la stessa identità sui loro documenti italiani e francesi e saranno riconosciuti anche in Italia come fratelli fra loro e figli di ambedue”.

E’ intervenuto sulla questione anche il senatore Sergio Lo Giudice, del Partito Democratico, il quale ha detto che “la sentenza deve servire da monito a tutti quei sindaci che si rifiutano di celebrare le Unioni Civili”.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.