Unioni Civili, show indegno al Senato: Gasparri attacca Lo Giudice

Unioni Civili, show indegno al Senato: Gasparri attacca Lo GiudiceSulle Unioni Civili, c’è stato lo show di Gasparri, nello stile ormai a lui proprio da tempo immemorabile.

Eccolo qui Maurizio Gasparri, con le sue uscite inopportune e a volte becere, in un’aula quasi vuota, con le sue parole che rimbombano in maniera spettrale, astrusamente ignoranti e offensive.

Stavolta, attaccando in maniera diretta un senatore del Pd, ha chiesto “quanto ha pagato il senatore dem Sergio Lo Giudice per il figlio”. Il riferimento è alla pratica dell’utero in affitto. La quale pratica, sia ben chiaro, non è affatto prevista dalla cosiddetta normativa Cirinnà.

L’uscita è stata talmente abnorme e inopportuna, che lo stesso presidente di turno Roberto Calderoli è stato costretto a biasimare dicendo che si stava “offrendo uno spettacolo indegno”.

All’uscita di Gasparri, lo stesso Lo Giudice ha replicato: “Non ti puoi permettere”. E pure Monica Cirinnà ha urlato ora basta. “Lasciate stare i bambini”, ha urlato per parte sua la senatrice grillina Maria Mussini.

E poi, continuando con la solita prosopopea, Gasparri ha insistito dicendo che “la legge per comprare i bambini non si può fare”. Peggio di così non si potrebbe dire e agire, ma questo è il livello intellettuale di certi personaggi.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.