25 Aprile, Grasso: in Italia un’avvilente caduta etica

Eleonora Gitto

25 Aprile, Grasso: c'è un'avvilente caduta etica25 Aprile, per il Presidente del Senato Pietro Grasso c’è un’avvilente caduta etica.

“Il Paese oggi è scosso da un’avvilente caduta etica, dalla corruttela, dall’abuso delle funzioni e delle risorse pubbliche, dal crescere delle disuguaglianze e dalla marginalità, da un allontanamento dei cittadini dai partiti e dalla politica”.

Queste le parole che il Presidente del Senato ha pronunciato oggi a Reggio Emilia in occasione della celebrazione della Festa della Liberazione.

Certo è che se la seconda carica dello Stato si trova a rappresentare un Paese nelle condizioni descritte, è meglio che lui stesso se ne resti a casa.

Pietro Grasso è stato ospite a casa Cervi, la famiglia devastata dalla furia nazifascista, e in quell’occasione ha anche parlato di Europa in termini politici:

“Nel cuore dell’Europa stiamo vedendo tornare rigurgiti di nazionalismo e recinti di filo spinato, proprio tutto ciò contro cui hanno combattuto i nostri partigiani, che erano pronti al sacrificio della loro vita per la libertà. Oggi sarebbero dalla parte dei profughi e non approverebbero le barriere e i muri”.

E queste in verità sono parole sacrosante. La fuga dei profughi dalle guerre è una ricerca di vita e di libertà e un partigiano non può non approvare.

Next Post

Guerriglia al Brennero, fermato un militante di Bologna

Guerriglia al Brennero, fermato un militante di Bologna. Subito dopo il confine Italia-Austria, ci si imbatte in un corposo schieramento di forze dell’ordine austriache in atteggiamento antisommossa, che non permettono il libero passaggio. Da una parte circa trecento manifestanti, dall’altra quattrocento tutori dell’ordine che fanno da scudo umano. Le notizie […]
Guerriglia al Brennero, fermato un militante di Bologna