Al Qaeda e le minacce Italia morirete

Il messaggio di Al Qaeda è un monito contro l’Italia.

Morirete, questa la minaccia con una parola secca e indiscutibile pronunciata dai terroristi di Al Qaeda, il video ufficiale diffuso dall’agenzia di stampa Al-Akhbar.

Abou Oubeid Youssouf al-Anabi contro l’Italia definendo l’accordo di Skhirat, dello scorso dicembre, un “complotto italiano”, 23 minuti video condensati in minacce principalmente al Paese per la “ricolonizzazione della Libia”.

Non accetteremo mai i risultati dei vostri summit, non taceremo mai il vostro complotto, l’accordo non fa l’interesse dei libici ma dell’Italia che ha proclamato la ricolonizzazione della Libia, già governata da un generale italiano da Tripoli, che presiede un governo formato da nostri concittadini che hanno scambiato la loro religione e la loro vita con quella di altri”.

L’intervento va avanti e le parole sono come pietre pesantissime: “L’Italia ha proclamato la ricolonizzazione della Libia, ma non avrà mai le ricchezze del Paese senza passare sui nostri cadaveri, non ci arrenderemo mai, sarà la vittoria o la morte”.

Duro monito dunque da parte di Al Qaeda contro l’Italia, si avverte il nostro Paese che gli “invasori” italiani se ne pentiranno e che saranno non solo umiliati ma anche sottomessi, ricordando che al-Anabi è tra i terroristi più ricercati al mondo già da settembre scorso.