Alfano su Napoli: ci vuole l'esercitoPer il Ministro dell’Interno Angelino Alfano su Napoli “ci vuole l’esercito per far star zitte le pistole”.

Queste parole sono state proferite durante un’intervista a Sky Tg 24, nella trasmissione condotta da Maria Latella. Alfano ha sostenuto che “c’è un contingente, quello previsto dall’operazione strade sicure”.

“Non dobbiamo fare una norma, prosegue il Ministro, per mandare più soldati a Napoli, per presidiare i luoghi fissi. La città non va militarizzata, i soldati non andranno a Napoli per girare con le camionette, ma per liberare risorse delle forze dell’ordine da mettere in strada”.

Il ministro ha poi parlato della morte al Cairo di Giulio Regeni, dicendo che “è stato un pugno nello stomaco, e il respiro non è ancora pienamente tornato. E’ stato un gesto inumano, animalesco, di una violenza inaccettabile”.

Alfano ha anche spiegato che, a proposito, da tre giorni lavorano in Egitto investigatori italiani, che collaborano con forze della polizia locale egiziana.

Il ministro è convinto che sia nell’interesse dello stesso Presidente Al Sisi di dare una mano per ottenere la verità. “Battersi per ottenere in tempi rapidissimi la verità”, questo è l’impegno del ministro degli Interni.