Beirut: Forse un sopravvissuto sotto le macerie

redazione

I media locali hanno riferito che venerdì sera i sensori della squadra cilena di ricerca e soccorso avevano nuovamente rilevato un battito cardiaco sotto le macerie dell’esplosione che ha distrutto gran parte del centro della città.

Sabato mattina i soccorritori stavano ancora scavando cautamente tra le macerie.

Il team cileno ha terminato il processo ed è riuscito, ancora una volta, a sentire il respiro di una persona sotto le macerie“, ha riferito in arabo su Twitter Salman Andary, di Sky News .

La scansione del sensore è durata 40 minuti ed è stata eseguita più volte, ha riferito Andary.

Beirut Forse un sopravvissuto sotto le macerie

La ricerca è in corso nel quartiere Mar Mikhaël della capitale libanese, con la squadra di soccorso cilena, chiamata Los Topos Chile, che si impegna a continuare la ricerca fino a quando ci sarà un segno di vita, ha riferito il 961 .

Ci sono stati diversi rapporti non confermati che indicavano anche un potenziale secondo battito cardiaco rilevato nel sito.

Il team #ToposChile ha appena eseguito un test e la respirazione è stata confermata. Continua a scavare tra le macerie. Alcuni nuovi rapporti dicono che potrebbero essere due bambini, molto probabilmente venditori di fiori “, ha scritto Maya Yahya, direttrice di Carnegie Middle East, su Twitter .

I cittadini libanesi sperano in un salvataggio miracoloso.

Next Post

Tesla model 3 portata fino ad un campo base dell'Everest

Una Tesla Model 3 proveniente dalla Cina, è recentemente arrivata dove nessun altro Model 3 era mai arrivato prima. In un epico viaggio su strada di 5.500 km (3.400 miglia), una Tesla Model 3 Dual Motor AWD bianca ha iniziato un lungo viaggio da Shenzhen fino al campo base del Monte. Everest. […]
Tesla model 3 portata fino ad un campo base Everest