Bogotà, infiamma la protesta contro il governo di Duque
Bogota infiamma la protesta contro il governo di Duque

In Italia la maggior parte delle proteste governative si giocano attraverso i social, dove i leoni da tastiera si nascondono dietro l’anonimato della rete per protestare senza neppure metterci la faccia, e naturalmente ottenendo ben pochi risultati.

Molto diversa è la situazione in Sudamerica, ed in special modo in Colombia, dove la capitale è stata messa a ferro e fuoco nelle ultime ore.

Nello specifico scontri e proteste stanno infiammando Bogotà, per protestare contro il governo del presidente Ivan Duque, che a differenza del suo predecessore non riesce ad essere credibile agli occhi di una popolazione ormai insofferente ad ogni tipo di imposizione.

Nel sud-ovest del Paese, tre agenti sono stati uccisi e altri sette sono rimasti feriti in un attacco a una stazione di polizia di Santander de Quilichao.

A causa delle proteste è scattato anche il coprifuoco, da tantissimi violato.

Ma le proteste in realtà non hanno riguardato solo la capitale e si sono estese anche a Cali, Medellin, Bucaramanga e Barranquilla, dove la gente ha manifestato contro la politica del governo del presidente Ivan Duque su temi chiave come pensioni, occupazione e istruzione, e per condannare l’esasperante e poco conosciuta striscia di assassinii di leader sociali indigeni.

Il presidente dal canto suo, per cercare di placare gli animi, ha spiegato che intende lavorare per “colmare le lacune sociali, combattere la corruzione in modo più efficace e costruire una pace con tutti noi insieme”.

foto@Wikimedia

You May Also Like

Robert Redford è morto, il 2016 si apre con bufala

La prima bufala ufficiale del 2016 colpisce l’attore americano. Robert Redford è…

USA, lo scontro continua fra Donald Trump e Fox

Lo scontro continua senza esclusione di colpi in Usa fra la televisione…

Egitto, terrore a Hurghada: feriti tre turisti in un Hotel

Assalto in un Hotel di Hurghada in Egitto: un commando, pare arrivato dal…