California emana nuova legge dopo incidente di Kobe Bryant

redazione

Il governatore della California, Gavin Newsom, ha firmato una nuova legge in vigore, voluta anche dalle foto presumibilmente scattate dell’incidente mortale di Kobe Bryant.

Newsom ha firmato l’AB 2655, impostato per vietare ai primi soccorritori di scattare fotografie di persone decedute “al di fuori delle mansioni lavorative” – ​​secondo il membro dell’Assemblea Mike A. Gipson, che lunedì ha definito il disegno di legge “The Kobe Bryant Act del 2020” su Twitter. Le violazioni saranno un reato a livello di reato.

California emana nuova legge dopo incidente di Kobe Bryant
foto@Flickr

Bryant è rimasto ucciso in un incidente in elicottero il 26 gennaio a Calabasas, in California, insieme alla figlia di 13 anni Gianna e ad altri sette. Il Los Angeles Times ha riferito che i deputati dello sceriffo della contea di Los Angees hanno fatto circolare le foto del luogo dell’incidente e delle vittime all’indomani dell’incidente.

La vedova di Bryant, Vanessa, ha chiesto personalmente allo sceriffo Alex Villanueva la mattina dell’incidente di sigillare il sito, secondo una dichiarazione legale fatta contro il dipartimento, secondo People , che ha ottenuto copie del documento.

Nonostante ciò, “non meno di otto agenti dello sceriffo erano sulla scena per scattare foto con il cellulare dei bambini, dei genitori e degli allenatori morti“, si legge nel documento. “Come il Dipartimento avrebbe ammesso in seguito, non c’era scopo investigativo per i deputati di scattare foto sul luogo dell’incidente. Piuttosto, i deputati hanno scattato foto per i propri scopi personali “.

È stato inoltre affermato che due vigili del fuoco di Los Angeles avrebbero scattato delle foto e successivamente è stato intimato loro di cancellare.

Next Post

Parigi, picco Covid rischio chiusura Bar e feste in famiglia

Con i pazienti malati di COVID-19 che ora occupano circa un terzo delle unità di terapia intensiva nell’area di Parigi, il ministro della salute francese ha minacciato giovedì di chiudere tutto e vietare anche le riunioni di famiglia, se la situazione non migliora. Anche le unità di terapia intensiva in […]
Parigi picco Covid rischio chiusura Bar e feste in famiglia