Concorso docenti triennio 2016-2018 per 63.712 professori
Concorso docenti triennio 2016-2018

Concorso docenti triennio 2016-2018

La panoramica dedicata al concorso per docenti nel triennio 2016/2018.

Il 24 dicembre 2015 è stato firmato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che autorizza il Miur ad avviare la procedura il bando di concorso per il triennio 2016-2016 per 63.712 docenti.

Ci saranno: 52.828 posti comuni, 5.766 posti di sostegno e 5.118 posti di potenziamento.

I posti di sostegno dunque non saranno. come annunciato 10.900, ma appena cinquemila.

Nel bando, di cui non si conosce la data di pubblicazione, le istruzioni per la presentazione della domanda concorso docenti triennio 2016-2018. Molte le iniziative online di supporto agli aspiranti docenti, come il gruppo di studio creato da PSN-Professionisti Scuola Network-.

Mentre per le scuola secondaria di primo grado e di secondo grado non è prevista alcuna prova di accesso, per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria ci sarà la prova preselettiva, oltre ad una prova scritta ed una orale. Di questo però se ne sta ancora discutendo.

Per la scuola secondaria di primo grado e di secondo grado è prevista una prova scritta ed una prova orale.

La prova scritta, secondo indiscrezioni potrebbe consistere in domande a risposta multipla, e risposte aperte. Inoltre ci saranno domande sulla conoscenza della lingua straniera.

La legge 107 prevedeva che il concorso docenti fosse bandito il primo dicembre 2015. Da sottolineare che la riforma delle classi di concorso dovrà essere discussa dal Consiglio dei Ministri. Si prevede l’accorpamento di alcune di esse.

I contenuti scritti da più autori contemporaneamente vengono pubblicati su Italiaglobale a firma della redazione.

You May Also Like

Lombardia, ventuno arresti per appalti truccati

Ventuno arresti in Lombardia per tangenti su appalti truccati. Si parla di…

Campania, il governatore Vincenzo De Luca assolto in appello

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca è stato assolto in…

Raggi: le Olimpiadi del 2024 non sono una priorità per Roma

Per la Raggi le Olimpiadi del 2024 a Roma non sono una…