Consigliere Pd chiede machete di Tejo per tagliare teste islamicheIl consigliere comunale spezzino del Pd, Enrico Conti, ha scritto su Facebook che è pronto a tagliare teste di islamici.

La frase incriminata è questa: “Sinceramente non sono più giovane, ma se c’è da tagliare qualche testa islamica per tutelare i miei figli nada de problems basta che mi fate il machete di Tejo… ho vissuto fin troppo diamoci da fare x gli altri e la sicurezza dei bimbi…”.

L’affermazione è così grave, da risultare incommentabile.

E pensare che questo signore fa pure l’avvocato, oltre ad essere amministratore di un Comune importante come quello di La Spezia. Ma l’affermazione diventa di una gravità mostruosa se si considera che Conti è stato pure vicesegretario del Pd locale.

Nel frattempo il commissario del Pd della Liguria, David Ermini, biasima l’uscita: “Si tratta di una posizione personale sbagliata che nessuno del Pd naturalmente condivide. La posizione del Pd è quella del segretario nazionale e presidente del Consiglio Matteo Renzi e chi sta nel Pd ne condivide l’equilibrio e la saggezza”.

Replica ancora Enrico Conti: “Il mio pensiero sul terrorismo islamico è che prendo atto delle difficoltà dell’Europa e che questi si combattono solo con la cultura e col dialogo”.

Una bella retromarcia. Buon per lui e buon per tutti, dal momento che viviamo in un Paese civile e democratico, dove un uomo pubblico, a qualsiasi posizione politica faccia riferimento, non dovrebbe mai dire cose del genere, nemmeno per scherzo.