Lampedusa deve fare i conti con nuovi sbarchi

redazione

Da giorni sullo stivale è arrivato il bel tempo ed il Mediterraneo ha acque piatte: le condizioni perfette per navigare in relativa “sicurezza”.

E a centinaia di migranti poca importa della pandemia di Coronavirus, quando nelle proprie terre devono fare i conti con povertà, fame e guerra.

Ecco perché l’Italia in queste ore si ritrova nuovamente a fare i conti con nuovi sbarchi.

Tra lunedì sera e ieri sono infatti approdati a Lampedusa oltre circa 150 migranti. Dopo gli arrivi di due barconi con 72 e 64 migranti sono infatti arrivati altri profughi su due piccole imbarcazioni.

Lampedusa deve fare i conti con nuovi sbarchi
Migranti Lampedusa (Foto@Flickr)

Naturalmente i migranti al loro arrivo vengono sottoposti a controlli per il coronavirus nelle tende allestite dalla Protezione Civile sul molo Favaloro, in attesa che venga deciso dove saranno trasferiti, ma l’hotspot dell’isola è già pieno.

“Lampedusa vive una condizione di seria preoccupazione – dice il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci- non è possibile che i natanti con i migranti debbano potere arrivare sull’isola e sbarcare quei poveri fratelli quando l’hotspot è assolutamente stracolmo. Il governo non può assolutamente scaricare questo dramma sul sistema sanitario e sociale regionale, alimentando una forte tensione tra i cittadini alimentando la paura di una nuova diffusione del contagio del coronavirus”.

Next Post

Emilia Romagna pensa ad accelerare le riaperture

Finora, per quanto riguarda le regioni del nord, sono stati soprattutto Veneto e Lombardia a cercare di accelerare sulle riaperture, nonostante i numeri di contagiati e vittime siano ancora molto alti, soprattutto in confronto a tutte le altre regioni. Ma ora che i numeri sono in costante miglioramento, anche l’Emilia […]
Emilia Romagna pensa ad accelerare le riaperture