L’omicidio di Stato di Litvinenko

Eleonora Gitto

L'omicidio di Stato di LitvinenkoPer gli Inglesi quello di Litvinenko fu un omicidio di Stato eseguito dai servizi segreti russi.

E molto probabilmente il mandante fu lo stesso Putin. Questa la presunta verità a seguito dell’assassinio di Aleksander Litvinenko, morto il 23 novembre del 2006, avvelenato col Polonio 2010.

Sir Robert Owen, nell’inchiesta commissionata dal Governo Inglese, è arrivato a queste conclusioni, che non faranno molto piacere alla dirigenza russa. Anzi, la questione rischia di generare una vera e propria crisi diplomatica fra Russia e Gran Bretagna.

Mosca infatti, per bocca di un suo portavoce, ha subito definito l’indagine parziale e politicamente motivata. Il Ministro degli Esteri russo Lavrov ha tenuto per la precisione a dichiarare che un caso puramente penale è stato politicizzato e ha oscurato i rapporti bilaterali.

Da parte sua Londra, per tutta risposta, ha convocato l’Ambasciatore russo contestando l’assassinio dell’ex spia del Kgb come una eclatante e inaccettabile violazione dei fondamenti del diritto internazionale.

Per lo stesso premier inglese David Cameron, è stata un’azione di Stato e ora Londra irrigidirà la sua linea contro Mosca. Quanto è accaduto è assolutamente ripugnante, e questo rapporto conferma ciò che abbiamo sempre creduto, ha sostenuto inoltre Cameron.

Next Post

Whistleblowing, le spiate sui colleghi di lavoro protette dalla legge

Le spiate sui colleghi di lavoro, il cosiddetto whistleblowing, verranno protette dalla legge. Le norme intanto sono passate alla Camera, e con tutta probabilità passeranno anche al Senato. Alla Camera c’è stata un’ampia maggioranza con 281 sì, 71 no e 18 astenuti. In sostanza coloro che che, nell’ambito di un […]
Whistleblowing, le spiate sui colleghi di lavoro protette dalla legge