Obama a L'Avana, dopo 88 anni un Presidente americano a CubaObama arriva a Cuba, dopo 88 anni un Presidente americano si reca in visita a L’Avana.

E Barak si porta dietro la famiglia, suocera compresa. La fine della “guerra fredda”, almeno quella fra Cuba e Stati Uniti. Ma a Cuba l’opposizione protesta, perché ci sono appena stati una cinquantina di arresti.

A protestare le Damas de Blanco, il movimento di opposizione molto attivo nell’isola. Fra queste anche la leader del gruppo Berta Soler, che pure era stata invitata, come segno di distensione, all’incontro che Obama avrà con alcuni dissidenti.

Obama arriverà intorno alle 22. Nel frattempo è stata organizzata dal regime una sorta di contro-manifestazione a favore del governo, ma sembra che la polizia abbia eseguito una serie di arresti anche nei loro confronti.

Le relazioni fra i due Paesi erano state riallacciate il 17 dicembre 2014, grazie anche all’intervento di Papa Francesco, il quale aveva caldeggiato il riavvicinamento fra Cuba e Stati Uniti.

Ma non tutti i problemi sono risolti giacché alcune questioni importanti rimangono aperte. C’è il problema del rispetto dei diritti umani sull’isola, quello dell’embargo americano e inoltre la presenza non trascurabile statunitense nella base di Guantanamo.

Ma, con un po’ di buona volontà, l’ottimo Obama saprà affrontare nel migliore dei modi anche gli ultimi nodi da affrontare, ne siamo certi.