Regali di Natale per lui, qualche buon consiglio

Dicembre è alle porte, perciò è bene cominciare a pensare ai regali di Natale per lui, ecco qualche buon consiglio. Il solito problema che c’è ogni anno, ripetitivo, immancabile, ciclico. Che regali fare a lui o a lei per Natale? Ammesso che sia veramente un problema, perché basta un pizzico di fantasia per risolverlo, sgombriamo il campo da un vezzo inconscio che molti di noi hanno: i regali che fanno più piacere a noi che a lui o a lei.

Sembra una banalità, ma il mondo è pieno di gente che, anche nel regalo a lui, tende a soddisfare più se stesso, il proprio ego, che non tendere al piacere dell’altro. Perché, rendiamoci conto, dobbiamo entrare nella psicologia del personaggio, non dobbiamo pensare a un regalo che piace a noi. E nemmeno a un regalo che potrà potenzialmente apprezzare in un secondo tempo.

Regali di Natale per lui qualche consiglio

regali di natale per lui qualche consiglio

Magari anche perché a lui quel regalo non può e non potrà importare di meno. Ecco, la questione sta tutta qua. Il resto è apertura;

Abbiamo di fronte un ventaglio di opzioni che se non arriva a 360 gradi, almeno ci si avvicina. Perciò, se teniamo alla sorpresa, dobbiamo agire di fino e cercare di capire cosa voglia veramente.

E se vogliamo proprio non fargli capire che ci stiamo predisponendo a fargli un regalo, non dobbiamo farci scrupoli di chiedere alla madre, al fratello, a un amico. Sempre che anche questi, come non di rado capita, tendano a fare un regalo che piaccia più a loro che al legittimo destinatario.

Ma magari, se proprio vogliamo dirla tutta, possiamo anche affidarci alla tecnica dell’immediatezza: “Che cosa vuoi che ti regali per Natale?”. Approccio diretto, schietto, senza mezzi termini. Se non ci chiede centomila euro sull’unghia o l’ultima Ferrari, tutto sommato possiamo anche provarci. Non è escluso che possa dare anche due o tre opzioni all’interno delle quali ci metteremo del nostro.

Teniamo conto del fatto che non c’è nulla di più sgradevole di un regalo sgradito, mal accettato. La manfrina del “che belloquanto mi piace”, di solito regge per pochissimo. Poi sopravviene un po’ di disappunto, anche se esistono persone che, lo sappiamo, apprezzano anche una matita, se regalata col cuore. Ma cerchiamo di essere pragmatiche o pragmatici: intanto, lui preferisce una cosa utile o una cosa bella? Bella domanda, no? Nelle stragrande maggioranza dei casi è possibile un buon compromesso fra i due aspetti. Per esempio un orologio da polso elegante, ma che contenga alcune funzioni utili, come il cronometro e la sveglia.

E’ evidente che se lui possiede uno o più hobby, non è male indirizzarci in quelle direzioni. Salvo che non abbia già tutto, ovviamente. Se è appassionato di bicicletta, un buon accessorio; se è appassionato di musica un bel CD; se ama la tecnologia, un tablet ultimo modello; se è un appassionato di stelle, un buon binocolo per uso astronomico.

Quando andiamo nel campo delle passioni, di solito i regali sono sempre graditi. Ma attenti a non regalare doppioni! Poi ci sono quelli utili e basta. Ad esempio, si è stufato di farsi la barba col rasoio a mano ormai da anni: è venuto il momento in questi casi, di comprargli un buon rasoio elettrico. Non sa mai dove mettere il computer quando deve portarlo in giro per lavoro? E’ venuto il momento di una comoda borsa che lo contenga; magari perché quella vecchia non è più utilizzabile da qualche tempo.

Insomma, è sufficiente lavorare un po’ di fantasia. E se poi vogliamo affidarci alla cosa di gran lungo più intelligente e dal superbo rapporto costi/benefici, non possiamo fare a meno di considerare quella che, a torto, viene considerata l’ipotesi residuale, minima. Cercate di capire qual è o quali siano i suoi autori preferiti, perché il libro può essere la soluzione. Fra i regali di Natale per lui, può essere la migliore.

redazione

I contenuti pubblicati dalla redazione di Italiaglobale.