Trombosi cerebrale: definizione, sintomi e trattamento

Eleonora Gitto

 

Trombosi cerebrale definizione sintomi e trattamento

Trombosi cerebrale che cosa è ? Come si manifesta ? E’ possibile prevenirla

La Trombosi Cerebrale è un incidente cerebrovascolare che si traduce nell’occlusione di un vaso cerebrale a causa di un coagulo di sangue misto a fibrina, che condurrà ad un deficit parziale o totale della circolazione sanguina a livello cerebrale. La conseguenza principale di questa mancata circolazione è la perdita funzionale dell’area cerebrale colpita, proprio per questo, c’è chi si domanda se possa essere o meno prevenuta.

La risposta è positiva, ma è anche strettamente correlato allo stato di salute del soggetto, nello specifico, c’è da dire che parlando per statistiche è molto più probabile che la trombosi cerebrale si manifesta in persone che hanno già sperimentato episodi di aterosclerosi, come pure chi soffre di ipertensione o chi è nato con malformazioni vascolari. Per queste persone la prevenzione si traduce in un programma dietetico povero di sale, abbinato ad una terapia farmacologica a base di antiaggreganti.

Talvolta, i medici possono suggerire una vera e propria pulizia preventiva delle arterie del collo, prevenendo la formazione di coaguli, che potrebbero risalire lungo i vasi cerebrali e occluderli, dando origine alla trombosi. Come dice il detto ” prevenire è meglio che curare” in questo caso è avvalorato dal fatto che non sempre la cura per la trombosi cerebrale da effetti immediati e soprattutto totali, nel senso che la terapia per la trombosi si basa sulla somministrazione di farmaci fibronolitici, atti a dissolvere il grumo e liberare il vaso, ma non modifica la sintomatologia quale:

  • perdita di coscienza
  • paralisi della zona interessata
  • difficoltà della parola

e tutte le conseguenze, che saranno debellate con la fisioterapia. Quindi, in sintesi la trombosi cerebrale è un incidente cerebrovascolare dovuto all’occlusione di un vaso cerebrale che può portare alla deficienza della circolazione sanguigna e la conseguente difficoltà funzionale della zona del cervello colpita.

Next Post

Guccini, al cantautore non piaceva David Bowie

Francesco Guccini in un’intervista ha dichiarato con molta semplicità che non amava la musica di Bowie. C’è proprio da gridare allo scandalo? Due generi diversi, due mondi diversi. Probabilmente se qualcuno avesse chiesto a Bowie se amava la musica di Guccini, lui avrebbe risposto allo stesso modo. Sempre ammesso che […]
Guccini, al cantautore non piaceva David Bowie