Unioni Civili, la maternità surrogata solidale di Nichi VendolaUnioni Civili e il dibattito sulle adozioni: per Nichi Vendola la maternità surrogata può essere solidale.

Per il leader di Sel, la cosiddetta maternità in prestito, altrimenti detta utero in affitto, può anche essere un gesto di solidarietà. Ma crediamo che in realtà questo non lo pensi nemmeno lui.

C’era e c’è semplicemente qualche tentativo, a volte maldestro, di giustificare una posizione appellandosi alla bontà e universalità di concetti come la solidarietà.

Che, in realtà, non c’entra nulla o quasi, visto che con tuta probabilità chi si offre per una gestazione lo farà solo per il vil danaro.

Tranne le eccezioni del caso che confermano la regola, ovviamente. Vendola dice che coloro che hanno gravidanze per altri esistono “e sono donne che non sono in condizioni economiche disagiate, scegliendo come gesto d’amore di mettere a disposizione il proprio corpo per una gravidanza di altri”.

Sarà, ma se queste donne esistono, si contano sulle punte delle dita. “Io credo che queste cose, dice ancora il leader di Sel, vadano attraversate con molta delicatezza. Credo che parlarne a nome o per conto degli altri, senza sapere quali siano le loro scelte, sia sbagliato”.

Forse è vero, ma quanto al disinteresse nella gravidanza nutriamo qualche dubbio.