Xbox One X la Microsoft adesso punta ai giochi

Dopo l’ufficializzazione della nuova console Xbox One X, la Microsoft ha, ovviamente, spostato il focus sullo sviluppo di software e servizi.

La società prevede di aumentare gli investimenti nello sviluppo di videogame in-house, tali investimenti comprenderanno l’avvio e l’acquisizione di studi appositi, lo ha dichiarato il capo del Xbox Phil Spencer in un’intervista la scorsa settimana. Un approccio forte per l’azienda visto il passato fatto di giochi annullati e critiche affrontate in conferenza da parte del settore dei gamers per la mancanza di titoli esclusivi.
“Abbiamo bisogno di crescere, e non vediamo l’ora di farlo”, ha rivelato Spencer. “La nostra capacità di creare contenuti deve essere uno dei nostri punti di forza. Non abbiamo sempre investito allo stesso livello ma abbiamo superato momenti di alti e bassi. “Microsoft da martedì ha iniziato ufficialmente a vendere la Xbox One X”. 
Storicamente alcuni dei più grandi giochi della Microsoft per Xbox sono stati effettivamente pubblicati con grande enfasi da parte dei gamers, inclusi i franchise  come “Halo” e “Gears of War”, ma negli ultimi anni la stessa azienda ha ridotto un bel pò lo sviluppo interno, ha confermato Phil Spencer, 30enne Veterano di Microsoft. Un anno fa, l’azienda ha chiuso due studi, Lionhead nel Regno Unito e Press Play in Danimarca.

Xbox One X la Microsoft punta ai giochi

xbox one x microsoft punta ai giochi
Il rinnovato investimento segna un crescente focus sull’attività Xbox nel suo complesso, a settembre, Spencer è stato promosso facendo riferimento direttamente all’Amministratore Delegato Satya Nadella e ora si trova nella squadra dei leadership senior. Poiché i dispositivi Xbox Microsoft continuano ad essere combattuti in modo efficiente dalla rivale PlayStation della Sony Corporation, la società di Redmond, con sede a Washington, sta anche cambiando il modo di pensare, rispetto ai clienti, per avere una più attenta visione soprattutto per quel che riguarda le vendite di giochi , abbonamenti e servizi correlati e non solo sulle console Xbox ma su dispositivi iPhones, Android e personal computer. L’azienda tiene traccia di utenti attivi mensili e ricavi da software e servizi e sta esaminando opportunità come l’ulteriore espansione per l’utilizzo online di Xbox Live, eSports e streaming di giochi.

Questo cambiamento di fuoco consente a Microsoft di giocare sui punti di forza recenti: i ricavi dei software e dei servizi Xbox sono aumentati del 21% nel quarto trimestre, mentre le vendite hardware della console sono diminuite. Le vendite di hardware aumenteranno questo trimestre, ovviamente le stime sono legate alla vendita del nuovo modello Xbox One X e i margini di profitto si restringono a causa dell’impatto del nuovo hardware, almeno stando alle previsioni dell’azienda.

Mentre software e servizi stanno diventando più importanti, la console diventa un punto fermo, viste le caratteristiche hardware la nuova Xbox One X rimarrà così per un bel po ‘di tempo. Ma Microsoft probabilmente debutterà anche con un servizio di streaming che non richiederà una console per determinati tipi di contenuti, nei prossimi tre anni, ha rivelato Spencer.

fonte

redazione

I contenuti pubblicati dalla redazione di Italiaglobale.