Borse ancora in calo, Milano e Madrid in picchiata
Borse ancora in calo, Milano e Madrid in picchiata

Borse ancora in calo, Milano e Madrid in picchiataContinuano giornate nere per le Borse, Milano e Madrid in caduta libera anche oggi.

E’ stata una giornata ad alta volatilità, con una grande tensione sui mercati europei. Anche oggi Milano perde molto, per la precisione il 2,65%, mentre Madrid arriva a perdere a fine seduta il 2,87%.

La borsa di Milano, ma non solo quella, pareva oggi un otto volante. Su e giù in maniera vertiginosa, fino a ridiscendere e a posizionarsi ben sotto i due punti percentuali dell’indice Fitse Mib.

Come nei giorni scorsi, a trascinare giù la borsa sono stati essenzialmente i titoli degli istituti di credito. Peraltro anche il comparto auto non è andato bene, con Ferrari a guidare i ribassi.

Ma sembra che a livello globale, a deprimere i mercati siano state soprattutto le dichiarazioni del presidente della Federal Reserve William Dudley, il quale ha affermato che le condizioni finanziarie si sono significativamente deteriorate a livello globale.

Queste parole sono state intese dagli investitori come la possibilità, da parte della Fed, di non alzare i tassi di interesse. Si attendono peraltro anche le dichiarazioni di Janet Yellen, quando domani terrà un’attesa audizione al Senato Usa.

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online. Presidente presso Comunicazione e Territori scarl

You May Also Like

Truffa, finto sms per rimborso iva Equitalia

  Nuova truffa telematica attraverso il tipico messaggio che arriva sul vostro…

Istat, aumento retribuzioni più basso da 1982

Secondo l’Istat l’aumento tendenziale delle retribuzioni contrattuali ad aprile è stato il…

La Svizzera boccia il reddito minimo di cittadinanza

La Svizzera boccia il reddito minimo di cittadinanza. Con un’ampia maggioranza, il…

Lavoro, in Italia si cerca tra parenti e amici: i dati Eurostat

L’Italiano cerca lavoro quasi esclusivamente fra parenti e amici. Solo un quarto…