Come investire oggi: ecco i migliori settori per il 2022

Come investire oggi ecco i migliori settori per il 2022

Il 2022 potrebbe essere un anno ricco di opportunità per investire, tuttavia sarà necessario adottare un approccio prudente e proteggere il capitale dai principali fattori di rischio. Secondo il famoso investitore Ray Dalio, quest’anno sarà importante prestare attenzione agli effetti dell’inflazione alta, minimizzando l’esposizione a liquidità e obbligazioni in euro, dollari e yen per puntare invece sull’equity, la diversificazione e gli asset che offrono una copertura contro l’inflazione.

Tra i settori più interessanti, dunque, c’è il mercato azionario, con molti analisti che prevedono un potenziale trend rialzista anche nel 2022. In questo caso gli esperti consigliano di monitorare soprattutto i titoli delle borse europee, le azioni value e i titoli delle aziende solide in ambiti come il fintech, la tecnologia e il biotech, ovviamente analizzando in modo accurato l’evoluzione della situazione legata alla pandemia di Covid-19 e alla variante Omicron.

Da non sottovalutare è anche il mercato delle criptovalute, tecnologie sempre più diffuse a livello globale con importanti prospettive di crescita per il 2022, sia per quanto riguarda i crypto token più blasonati come Bitcoin e Ethereum sia per le criptovalute emergenti nel campo della finanza centralizzata. Movimenti significativi sono attesi anche nel Forex, dove non dovrebbero mancare le opportunità d’investimento nel corso dell’anno, oltre al settore delle materie prime in cui però è attesa una contrazione.

Cosa bisogna sapere per investire oggi sui mercati finanziari

Come riportato dalla guida che spiega come investire oggi presente su Tradingonlinebroker.com, nonostante i mercati finanziari mettano a disposizione numerose possibilità d’investimento, bisogna partire innanzitutto dalla pianificazione della strategia. In particolare, secondo gli esperti nel 2022 sarà essenziale rafforzare la gestione del rischio, lavorando meglio sul money management, l’asset allocation e la diversificazione del capitale, selezionando con attenzione gli asset su cui puntare a seconda dei propri obiettivi d’investimento e della propensione al rischio.

Nel dettaglio, è fondamentale analizzare con cura ogni tipologia di asset per essere in grado di prendere scelte consapevoli, valutando tutte le opzioni in base al rapporto rischi-rendimenti. Le obbligazioni in euro e dollari, compresi i prodotti ad essi collegati come i fondi obbligazionari, non solo non garantiscono rendimenti adeguati ma a causa dell’inflazione elevata rischiano di far perdere soldi nel medio e lungo termine. In questo caso è possibile optare per obbligazioni in altre divise, oppure obbligazioni indicizzate all’inflazione preferendo quelle di breve termine.

Nel mercato azionario è indispensabile costruire un portafoglio ben diversificato, sia per quanto concerne la differenziazione geografica che settoriale, utilizzando l’analisi fondamentale per studiare in modo accurato le aziende da mettere in portafoglio. In alternativa è possibile speculare sulla volatilità del settore azionario con il trading online, un approccio che richiede l’uso corretto dell’analisi tecnica per rilevare i trend e le opportunità giuste per investire in modo efficace.

Un settore potrebbe essere quello del mattone finanziario, ad esempio gli ETF o i fondi immobiliari che generano reddito, la maggior parte dei quali ha performato bene nel 2021 dopo il crollo del 2020 e quest’anno potrebbe confermare i risultati positivi, approfittando della crescita economica prevista per il 2022. Un ambito da non sottovalutare è quello della green economy, in vista degli ingenti investimenti sostenuti con i fondi pubblici sia in Europa che negli Stati Uniti, un trend da monitorare da vicino insieme a quello della digitalizzazione avanzata.

Come investire in modo prudente con un’adeguata gestione del rischio

A fare la differenza nel 2022 non sarà la capacità di fare buoni investimenti, quanto l’attenzione nei confronti del risk management per la tutela del capitale contro i rischi. La situazione macroeconomica, infatti, sarà senz’altro più complessa rispetto al 2021, un anno quest’ultimo condizionato da una crescita economica molto forte favorita dalla recessione del 2020 causata dall’emergenza sanitaria.

Quest’anno il contesto macroeconomico sarà diverso, con una crescita più moderata rispetto allo scorso anno e non diffusa in tutti i Paesi del mondo allo stesso modo, ma più selettiva e circoscritta agli Stati che sapranno gestire meglio il post-Covid. In questo scenario gli esperti raccomandano prudenza e un rafforzamento della diversificazione degli investimenti, cercando di scegliere bene le soluzioni migliori per investire il proprio capitale minimizzando al contempo i rischi.

In questa circostanza è importante quindi migliorare conoscenze e capacità nelle principali tecniche di gestione del rischio e money management, puntando prima di tutto sulla formazione professionale oppure rivolgendosi a un consulente finanziario qualificato. Ovviamente internet consente di investire online in modo autonomo in maniera semplice e accessibile, ad ogni modo per operare in modo efficace sui mercati ed essere in grado di coglierne le opportunità è essenziale aumentare la consapevolezza sul valore del risk management.