Eni vende Versalis, chimica italiana a lutto
Eni vende Versalis, chimica italiana a lutto

Eni vende Versalis, chimica italiana a luttoE’ confermato: Eni vende Versalis e qualcuno già parla di funerale di Stato per la chimica italiana.

E forse non ha tutti i torti, dal momento che l’acquirente potenziale sembra essere uno straniero.

Checché ne dica il ministro Federica Guidi, la quale afferma che è d’accordo che la chimica resti italiana e che il soggetto acquirente sia solido e affidabile, molti in realtà sanno che i rischi sono diversi.

E i primi a non essere favorevoli, ovviamente, sono i sindacati. I quali ultimi hanno confermato uno sciopero di otto ore per i lavoratori di Eni e Saipem, da svolgersi il prossimo 20 gennaio.

Per parte sua il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, parla di una scelta che non si condivide e pericolosa per il Paese.

L’acquirente potenziale dovrebbe essere Sk Capital, un fondo di investimento con sede a New York, con un capitale in gestione da un miliardo di dollari.

Questa è la situazione, anche se, a dire il vero, Eni stessa ha confermato di voler mantenere una quota importante in Versalis.

E i lavoratori? E le garanzie per l’occupazione? Forse i problemi veri verranno dopo.

You May Also Like

Cosa sapere prima di effettuare il tuo primo investimento

Tutti gli individui possono trarre profitto da un buon investimento, ma non…

Banche italiane, per Schaeuble si può intervenire

“Ci sono margini per intervenire sulle banche italiane, anche se resta aperta…

Mario Draghi parla e le Borse volano

Super Mario Draghi parla e le borse schizzano in alto, fregandosene della…