Intelligence degli Stati Uniti collabora con gli ucraini

Intelligence degli Stati Uniti collabora con gli ucraini

L’Intelligence degli Stati Uniti fornirebbe informazioni all’esercito ucraino ed è così che sono stati uccisi i generali russi, secondo quanto riportato dal New York Times.

Intelligence degli Stati Uniti ha aiutato l’esercito ucraino a scovare i nemici

Secondo i media, finora 12 generali russi sono morti sul campo di battaglia durante i combattimenti in Ucraina.

Aiutare ad attaccare i generali russi fa parte degli sforzi segreti dell’amministrazione Biden per fornire alla parte ucraina informazioni aggiornate sulle forze russe in Ucraina.

Nell’ambito di questa cooperazione, l’intelligence statunitense fornisce alla parte ucraina, tra l’altro, i previsti movimenti delle unità russe sulla base delle loro scoperte riguardanti il ​​piano di combattimento russo segreto nel Donbas, affermano funzionari statunitensi citati dal New York Times.

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti sta cercando di mantenere la cooperazione di intelligence con l’Ucraina.

I funzionari statunitensi non vogliono rivelare come ottengono informazioni sulla posizione del personale di comando mobile russo, si legge sempre sul New York Times.

Gli interlocutori del quotidiano sottolineano che non tutti gli attacchi ai generali russi in Ucraina sono il risultato del trasferimento di dati dell’intelligence da parte degli Usa.

Gli Stati Uniti non forniscono all’Ucraina informazioni sulla massima leadership dell’esercito russo. L’attacco a Izium nel luogo visitato dal capo di stato maggiore dell’esercito russo, il generale Valery Gerasimov, non è stato quindi il risultato della cooperazione dell’intelligence statunitense con l’Ucraina, riporta il New York Times.

fonte@U.S. Army Europe Images from Heidelberg, Germany, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons