Istat, il Pil italiano sprofonderà di oltre otto punti percentuali

redazione

Il premier Giuseppe Conte lo aveva già preannunciato all’inizio del lockdown: ci troviamo catapultati in una crisi che non ha eguali, dopo la seconda Guerra Mondiale.

Abbiamo domato l’emergenza sanitaria, ma quella economica deve ancora dispiegare tutte le sue terribili conseguenze.

E gli economisti sono tutti concordi nel prevedere un grosso tonfo del Pil, che si riuscirà a recuperare solo parzialmente nei prossimi anni.

In queste ore l’Istat delinea l’impatto della pandemia di coronavirus nelle “Prospettive per l’economia italiana”, parlando di uno “shock senza precedenti” che porterà a una “marcata contrazione del pil nel 2020″, con una caduta dell’8,3%. 

Istat il Pil italiano sprofondera di oltre otto punti percentuali

Le previsioni sono lievemente migliori rispetto a quelle di Bankitalia, che ha prospettato un crollo del pil 2020 tra il 9,2 e il 13%, seguito però da un recupero del 4,8% nel 2021.

La caduta del Pil sarà condizionata dalla caduta dei consumi delle famiglie e delle Isp (-8,7%) e dal crollo degli investimenti (-12,5%), a fronte di una crescita dell’1,6% della spesa delle Amministrazioni pubbliche. Anche la domanda estera netta e la variazione delle scorte sono attese fornire un contributo negativo alla crescita (rispettivamente -0,3 e -0,8).

Nel 2020 prevista una riduzione al 9,6% della disoccupazione (era al 10% nel 2019), che dovrebbe invece aumentare nel 2021 al 10,6%.

Next Post

L’estate italiana si preannuncia non particolarmente calda

Le ultime settimane di lockdown sono state particolarmente dure: per la stanchezza della reclusione forzata, certo, ma anche perché le bellissime giornate quasi estive invogliavano allo stare all’aperto e persino al recarsi al mare. Ma ora che possiamo uscire e che l’estate è alle porte, il meteo ci sta giocando […]
estate italiana si preannuncia non particolarmente calda