PA, 100 miliardi il costo di inefficienza e corruzioneL’inefficienza e la corruzione nella Pubblica Amministrazione costano 100 miliardi di euro, più del costo dell’evasione fiscale.

È il risultato di una ricerca della famosa e spietata CGIA di Mestre, la quale ha messo insieme minuziosamente le voci di spesa della macchina pubblica che rallentano la ripresa del Paese.

Settanta miliardi di euro sono solo i debiti che lo Stato ha maturato nei confronti dei fornitori. Poi c’è il deficit delle infrastrutture che viene stimato essere in 42 miliardi di euro all’anno. La burocrazia grava sulle piccole e medie imprese per 31 miliardi di euro all’anno.

E così avanti con altri sprechi, gravami, ritardi e quant’altro. Nella serie dei provvedimenti per il rinnovamento, la sburocratizzazione e l’efficienza della PA, stanno intanto arrivando argomenti cruciali proprio in questi giorni.

Il Ministro Marianna Madia dovrebbe portare in Consiglio dei Ministri il prossimo 15 gennaio la questione delle partecipate pubbliche e la ridefinizione dei servizi locali. Tagli e sforbiciate sono previsti un po’ ovunque.

E non solo, perché nei prossimi mesi si parlerà pure di un altro argomento importante che, vedrete, non mancherà di suscitare forti polemiche, la ridefinizione dei poteri del Premier.