Referendum 17 aprile, Monsignor Galantino contro le trivelle

Referendum 17 aprile, Monsignor Galantino contro le trivellePer il prossimo Referendum del 17 aprile sulle trivelle, Monsignor Galantino si schiera a favore del sì.

Cioè a dire contro i rinnovi delle concessioni esistenti per l’estrazione dei combustibili nei mari italiani. Galantino, segretario della Cei, ha presentato il comunicato finale dei lavori della Cei in conferenza stampa presso Radio Vaticana.

Galantino, anche se velatamente e molto cristianamente, dice no alle trivelle.

Il vescovo ha detto che “è necessario coinvolgere la gente che vive di quell’acqua e in quei territori. Il comunicato parla dell’importanza che la questione sia dibattuta nelle comunità per favorirne una soluzione appropriata alla luce dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco”.

La citata enciclica di Bergoglio, come noto, è profondamente ecologista. Se poi a questo si aggiunge che Galantino dice di condividere la posizione espressa oggi da Avvenire, abbiamo una presa di posizione che non dà più adito a dubbi.

Avvenire scrive: “Sappiamo che la tecnologia basata sui combustibili fossili deve essere sostituita progressivamente e senza indugio”.

Tra gli altri temi toccati dalla Conferenza Cei ci sono, comunque, l’accoglienza agli immigrati, l’otto per mille, e la promozione delle famiglie. Si parla anche di un accorpamento necessario fra alcune diocesi italiane.

La semplificazione amministrativa vaticana comincia a produrre i propri effetti, come si sta cercando di fare in Italia.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.