Unioni Civili, Renzi la questione è chiusaPer il Presidente del Consiglio Matteo Renzi la questione sulle Unioni Civili è chiusa.

In verità il dibattito impazza, ma il leader è sicuro di sé, ed è convinto di portare a casa positivamente anche la battaglia sulla stepchild adoption, ma anche quella sul biotestamento e sull’eutanasia.

L’ala cattolica conservatrice si sente sotto assedio, in particolare il deputato ultracattolico Paola Binetti, che dice preoccupatissima: “Assistiamo ogni giorno a un assedio a tutto campo su valori come vita e famiglia”.

“Questa legislatura- continua – non sembra farsi mancare niente in tema di battaglie per i diritti civili, con l’evidente volontà di sottoporre al vaglio convinzioni, valori, credenze su cui finora si è retto l’equilibrio sociale in Italia”.

Poi la stoccata finale: “Sembra che qualcuno si stia impegnando a rottamare tutto”. E forse la Binetti non ha torto nella sua analisi.

E’ ora di rottamare non soltanto la vecchia classe politica, ma tutte quelle convinzioni retrive, sorpassate, veterocattoliche che hanno tenuto bloccato il Paese per moltissimi anni.

Col pretesto di difendere le istituzioni come la famiglia, il matrimonio e quant’altro, in realtà abbiamo reso il Paese meno civile di molte altre moderne democrazie occidentali.

Dove certi diritti hanno cittadinanza anche da decenni. La Binetti e gli altri ultracattolici ne tengano conto. Renzi vada avanti.