Emilia Romagna pensa ad accelerare le riaperture

redazione

Finora, per quanto riguarda le regioni del nord, sono stati soprattutto Veneto e Lombardia a cercare di accelerare sulle riaperture, nonostante i numeri di contagiati e vittime siano ancora molto alti, soprattutto in confronto a tutte le altre regioni.

Ma ora che i numeri sono in costante miglioramento, anche l’Emilia Romagna pensa a rimettersi in moto, e a farlo il più velocemente possibile.

Nello specifico, l’Emilia Romagna potrebbe anticipare la riapertura di bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti, ad oggi prevista per il primo giugno, se l’andamento dell’epidemia continua ad essere favorevole.

Emilia Romagna pensa ad accelerare le riaperture

A ribadirlo è il Governatore Stefano Bonaccini, che precisa: la riapertura “deve andare di pari passo con una curva epidemiologica che non torni ad essere preoccupante”.

Inoltre, a “Pomeriggio Cinque”, Bonaccini ha commentato il comportamento dei suoi concittadini: “Per quanto riguarda i trasporti è tutto sotto controllo, anche per quanto riguarda i nuovi postivi abbiamo dati incoraggianti. Si tratta di un’altra giornata record con il minor numero di casi positivi dall’inizio di questa emergenza sanitaria”.

E per quanto riguarda le famiglie: “I bambini possono andare in un parco con i genitori, basta tenere le distanze di sicurezza. Stiamo predisponendo le aperture dei centri estivi per tornare alla socialità di cui abbiamo bisogno”.

Next Post

Brusaferro invita a non sottovalutare i rischi di nuovi contagi

Da qualche giorno, in Italia, inizia ad intravedersi la luce in fondo al tunnel nell’ambito dell’emergenza coronavirus. La fase 2 è iniziata, ed in molti si stanno facendo prendere dall’euforia, che però al momento non è giustificata. “Siamo ancora in fase epidemica”, ha ricordato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, […]
Brusaferro invita a non sottovalutare i rischi di nuovi contagi