Gli italiani resteranno a casa almeno fino a inizio maggio

redazione

Ad ore verrà pubblicato e reso noto il nuovo decreto, ma ormai è già certo: dopo Pasqua non se ne parla di lasciare le nostre case e mettere fine alla quarantena.

Lo sapevamo tutti ma attendevamo quella conferma che sta per arrivare ed è stata anticipata da tutti i quotidiani nazionali.

Delusi anche coloro che si aspettavano la ripresa di qualche negozio ed attività in più: le riaperture si conteranno sulle dita di una mano.

Gli italiani resteranno a casa almeno fino a inizio maggio

L’Italia rimarrà chiusa quindi fino al 3 maggio. Apriranno le imprese delle filiere legate all’agroalimentare, alla farmaceutica e alla meccanica e poi tireranno su le saracinesche le cartolibrerie e le librerie.

Sempre con l’obbligo di rispettare le misure di prevenzione e distanziamento sociale.

«Sarebbero classificati a basso rischio – scrive Il Sole 24 ore – anche i comparti della fornitura di energia, il commercio all’ingrosso, le attività finanziarie e assicurative, il trasporto e magazzinaggio, ma le valutazioni sono ancora in corso. In ogni caso, per l’allentamento dei divieti di spostamento e di uscite per i cittadini, compresi anziani e bambini, bisognerà aspettare ancora, almeno fino a inizio maggio».

Next Post

Svezia si arrende all’evidenza di non aver fatto abbastanza per contenere il virus

È una consapevolezza a cui praticamente tutti gli stati del mondo, forse solo ad eccezione della Cina, sono dovuti arrivare: ci si è resi conto troppo tardi che il Coronavirus fosse una minaccia a dir poco seria e quindi si sono sprecate settimane importantissime per limitare i contagi e per […]
Svezia si arrende evidenza di non aver fatto abbastanza per contenere il virus