Ramadi ancora in parte controllata da Isis

Ramadi roccaforte del gruppo Isis non è ancora tornata in mano a Baghdad.

Il capo delle operazioni militari nella provincia di Al Anbar Ismail al Mahlawi ha annunciato che la città di Ramadi non è stata ancora del tutto liberata dai miliziani dello Stato Islamico; l’esercito iracheno è riuscito ad entrare nella roccaforte dell’Isis e ha preso d’assalto il Complesso governativo, ma i jihadisti controllano ancora un 30% della città e si sono rifugiati in zone di provincia dove la guerra continua ancora.

Ismail al Mahlawi ha dunque smentito la recente notizia, diffusa dal portavoce delle unità anti-terrorismo di Baghdad Sabah al Numan, per cui le truppe irachene avrebbero vinto la battaglia contro i terroristi islamici. Il generale di Al Anbar ha inoltre sottolineato che le operazione fino ad ora portate a termine devono la loro riuscita all’intervento dell’artiglieria e dei carri armati iracheni e dei raid della Coalizione internazionale a guida americana.

Ramadi è una delle principali roccaforti dell’Isis ed è nelle mani del gruppo fondamentalista dallo scorso maggio; la televisione araba Al Jazira ha inoltre riportato le dichiarazioni di alcune fonti della sicurezza: secondo queste ultime, l’esercito di Baghdad avrà bisogno di altri giorni ancora per riprendere il controllo totale della città.