Napoli, durante un agguato ferita gravemente una bambina

Le nostre città sono sicure? Probabilmente questa è una delle domande più complesse a cui rispondere, perché i fattori in gioco sono molteplici ed anche perché molto dipende anche dal sentire e dalle esperienze di ognuno di noi.

Ma come ci si può sentire al sicuro quando arrivano notizie del genere?

La notizia arriva da Napoli: nel pomeriggio di ieri, durante un agguato, è rimasta ferita una signora assieme alla sua nipotina, di soli 3 anni.

Il tutto è successo intorno alle 17:30 in piazza Nazionale e nella vicina via Polveriera.
Salvatore Nurcaro, 32 anni con diversi precedenti e forse vero obiettivo dell’agguato, è stato colpito davanti alla vetrina di un bar, ma i sicari per colpirlo hanno pensato bene di aprire il fuoco tra la folla, in un caldo pomeriggio napoletano.

E così i colpi hanno raggiunto anche una bimba, che era in compagnia della nonna 50enne, Immacolata Molino, che sarebbe a sua volta stata colpita a un gluteo da un proiettile ma non è in pericolo di vita.

La bambina è ora ricoverata all’ospedale Santobono, dov’è arrivata cosciente e adesso è in rianimazione con una pallottola nel torace. «Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore – ha detto all’Ansa il direttore generale dell’ospedale Anna Maria Minicucci – conficcandosi tra le costole».

You May Also Like

Balzani, primarie anche per il vicesindaco di Milano

Anche per Francesca Balzani, attuale vicesindaco di Milano, arrivano le primarie. Per…

Gioco d’azzardo, necessario limitare questa piaga in Italia

Il gioco d’azzardo patologico è una delle prime forme di “dipendenza senza…

25 Aprile, Grasso: in Italia un’avvilente caduta etica

25 Aprile, per il Presidente del Senato Pietro Grasso c’è un’avvilente caduta…