Ocse, l'Italia accelera leggermente la ripresaSecondo l’Ocse l’Italia accelera leggermente la ripresa economica

Il capo economista dell’Ocse, Catherine Mann, spiega sull’Italia: “Dopo un rallentamento a fine 2015, la ripresa dovrebbe ritrovare forza, trainata dai consumi privati e, in modo minore, da una moderata ripresa degli investimenti. La produzione industriale sta avanzando, con i recenti aumenti attribuibili per la gran parte a capitale e beni durevoli”.

“Il consumo in particolare, prosegue la Mann, è supportato da un aumento del reddito delle famiglie, trainato da un reddito nominale in crescita, inflazione bassa e misure fiscali, specialmente per i veicoli da trasporto e altri beni durevoli”.

Il Pil in Italia vedrà un aumento nel 2016 dell’!%, mentre nel 2017 è previsto un aumento dell’1,4%.

Per quel che riguarda la disoccupazione, essa calerà ulteriormente, anche se di poco: dall’11,9% del 2015 all’11,3% nel 2016 e al 10,8% nel 2017.

Complessivamente, quindi, un clima di ripresa vero, anche se lento.

Ma d’altro canto la crisi internazionale e la condizione di grande difficoltà economica nella quale si trovava e in parte si trova ancora il nostro Paese, oggettivamente non consentono grandi accelerazioni.

Accontentiamoci di una ripresa lenta ma progressiva e duratura. E’ già qualcosa.