Omicidio Napoli Via Caravaggio: la vittima conosceva l’assassino

redazione

Omicidio Napoli Via Caravaggio

Le indagini degli inquirenti avrebbero portato ad un punto fermo molto importante nell’omicidio di Via Caravaggio a Napoli.

Secondo la ricostruzione dei fatti, l’ex tassista ucciso con delle coltellate, avrebbe conosciuto l’assassino, sarebbe stato infatti proprio Francesco Bosco ad aprire la porta di casa sua in Via Caravaggio, per far entrare colui il quale poi gli avrebbe inferto le pugnalate.

Francesco Bosco avrebbe fatto entrare l’assassino il quale lo avrebbe accoltellato alla testa con diverse pugnalate, successivamente il cugino lo avrebbe ritrovato a terra in una pozza di sangue dopo alcuni tentativi di raggiungerlo attraverso il cellulare.

Attualmente le indagini stanno proseguendo per riuscire a scovare l’identità dell’assassino, a questo punto si cerca tra le conoscenze dell’ex tassista.

foto@IlMattino

Next Post

Milano, pazienti colpiti con i pappagalli delle urine

Incredibile episodio di violenza accaduto nella casa di cura di Comasina in provincia di Milano, una struttura Asl dove i pazienti avevano problemi psichiatrici. I malati del centro venivano regolarmente picchiati addirittura con i pappagalli per raccogliere l’urina, le indagini sono andate avanti per due anni portando alla luce un […]
Milano pazienti colpiti con i pappagalli delle urine