Mimmo Locasciulli, “Piccoli cambiamenti” per i 40 anni di carriera

Eleonora Gitto

Mimmo Locasciulli, “Piccoli cambiamenti” per i 40 anni di carrieraMimmo Locasciulli festeggia i 40 anni di carriera con il doppio album “Piccoli cambiamenti” in uscita ad aprile.

Nell’ultimo lavoro del chirurgo cantautore troveremo 20 canzoni. Fra queste ci saranno i suoi brani più conosciuti rivisitati e l’inedito che dà il titolo all’album.

“Mi è capitato di andare a rovistare nella soffitta – racconta Locasciulli – e ho portato via tutte le cose che inconsapevolmente cercavo: vecchie registrazioni, tracce alternative, provini, preproduzioni di dischi pubblicati, progetti lasciati a metà. Molto materiale, quasi infinito”.

“Ho raccolto, scomposto, ricomposto e utilizzato tutto e di più, e ho cominciato a sovrapporre sulle vecchie tracce quello che sono oggi ma, in tutto e per tutto, totalmente e inequivocabilmente legato a quello che sono stato allora”.

Per il suo ultimo lavoro discografico, Mimmo Locasciulli ha chiamato a raccolta molti dei suoi amici artisti con i quali ha condiviso musica ed esperienze.

“Mi hanno supportato compagni di viaggio che ho avuto nel corso degli anni e compagni di viaggio nuovi e già preziosi. Ho incontrato tutti senza perdere nessuno, ed è davvero magnifico poter costatare che si può così a lungo gelosamente conservare e custodire tutto quello che si è amato”.

40 anni di carriera e 17 album in cui il musicista cantautore è riuscito, con quella maestria trasformata in genio dalla passione, a infilare i mondi musicali più disparati. Dal rock al pop, dal blues e jazz passando per la musica folk ed elettronica.

Auguri, dunque, per i suoi primi 40 anni di carriera a Mimmo che, dalla pubblicazione del suo primo album (1975), da solo o in collaborazione con importanti artisti italiani e internazionali, continua a regalarci bella musica e grandi emozioni.

Next Post

Tecnologia e digitale, donne più brave ma uomini più pagati

Le donne sembrano essere in generale più brave sul lavoro, tuttavia gli uomini sono quelli più pagati. La superiorità del genere femminile pare manifestarsi soprattutto nell’ambito tecnologico e digitale. Non solo, le donne si dimostrano più flessibili e autonome, nonché in grado di sopportare meglio lo stress. Ma non è […]
Tecnologia e digitale, donne più brave ma uomini più pagati