Il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale caratterizzata da oscillazioni estreme dell’umore, dell’energia e del comportamento. Queste oscillazioni possono influenzare il modo in cui una persona con disturbo bipolare pensa, percepisce e interagisce con il mondo circostante.

Come ragiona un bipolare
foto@pixabay

Episodi Maniacali

Durante un episodio maniacale, una persona con disturbo bipolare può sperimentare:

  1. Pensiero accelerato: Idee che si susseguono rapidamente, spesso descritte come “fuga di idee”. La persona può saltare da un pensiero all’altro, rendendo difficile per gli altri seguire il filo del discorso.
  2. Ottimismo estremo: Un senso esagerato di fiducia e di ottimismo, che può portare a comportamenti rischiosi come spese eccessive, investimenti azzardati o decisioni impulsive.
  3. Diminuzione del bisogno di sonno: La persona può sentirsi piena di energia anche dormendo poche ore a notte.
  4. Distrazione: È facile per loro essere distratti da stimoli esterni, facendo fatica a concentrarsi su una singola attività.
  5. Giudizio alterato: Possono prendere decisioni imprudenti o pericolose senza considerare le conseguenze a lungo termine.

Episodi Depressivi

Durante un episodio depressivo, una persona con disturbo bipolare può sperimentare:

  1. Pensiero rallentato: Idee che sembrano muoversi lentamente, difficoltà a concentrarsi e problemi a prendere decisioni.
  2. Pessimismo e disperazione: Sentimenti intensi di tristezza, disperazione e inutilità. Possono avere una visione negativa di sé stessi e del futuro.
  3. Perdita di interesse: Manca di interesse o piacere nelle attività che solitamente trovano piacevoli, inclusi hobby e relazioni sociali.
  4. Affaticamento e mancanza di energia: Anche compiti semplici possono sembrare faticosi e possono sentirsi costantemente stanchi.
  5. Pensieri suicidari: In casi estremi, possono avere pensieri di suicidio o di autolesionismo.

Oscillazioni dell’Umore

Le oscillazioni dell’umore possono essere rapide (cicli rapidi) o meno frequenti. Queste oscillazioni influiscono non solo sul modo in cui una persona pensa, ma anche sulle sue emozioni, comportamenti e interazioni sociali. È importante notare che il disturbo bipolare è una condizione complessa e varia da persona a persona. La gestione efficace spesso richiede un trattamento che può includere farmaci, terapia e cambiamenti nello stile di vita.

Approcci Terapeutici

La psicoterapia, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), può aiutare le persone a identificare e modificare i modelli di pensiero negativi e a sviluppare strategie per gestire i sintomi. Anche la psicoeducazione, che coinvolge la comprensione e la gestione della malattia, può essere estremamente utile.

In sintesi, il ragionamento di una persona con disturbo bipolare può variare notevolmente a seconda della fase della malattia in cui si trova. Le terapie mirano a stabilizzare l’umore e a migliorare la qualità della vita attraverso una combinazione di interventi farmacologici e psicologici.