Grillo fa un passo di lato in nome della libertà

Grillo fa un passo di lato in nome della libertàBeppe Grillo decide di fare un passo di lato, né avanti né indietro, in nome della libertà.

In un’intervista al Corriere della Sera, il comico genovese decide in sostanza di tornare a fare il comico. Di seguito le sue riflessioni di maggior rilievo.

“Non avrei mai pensato di essere l’artefice di un movimento politico. Si è creata una confusione di ruoli. Io non sono il leader dei 5 Stelle”. Questo non è vero perché, di fatto, un leader lo è. Lì non si muove, o non si muoveva foglia, che Grillo non voglia.

“Non mi sto allontanando, diciamo che faccio un passo di fianco, ma sono sereno perché ho voglia di riconquistare la mia libertà. Guardate che io sono sempre quel comico che avete conosciuto negli anni, è il vostro punto di vista nei miei confronti che è sbagliato”.

Beppe Grillo così torna a fare il comico a tempo pieno, e ricomincerà con lo spettacolo Grillo Vs Grillo dove “ci saranno dei robot in scena, degli oggetti su cui saranno proiettati dei filmati, e inoltre ci sarà il mio ologramma che finirà per rappresentare quella schizofrenia di cui sono rimaste vittime le persone”.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.