La scelta del montascale ideale

La scelta del montascale ideale

Quando si parla di disabilità motoria, una delle prime cose che vengono in mente sono le tante barriere architettoniche che ci si ritrova in casa, anche senza volerlo, e per la strada. Che si tratti di una disabilità transitoria o permanente, dovuta a un handicap momentaneo o perenne o, magari, alla vecchiaia, salire le scale di casa o quelle del proprio palazzo, può diventare un vero e proprio problema da risolvere nel migliore dei modi possibile, anche perché si tratta di un qualcosa di altamente limitante per la libertà del singolo che già vive una situazione di disagio.

Le barrriere architettoniche, purtroppo, si trovano ovunque, ma in casa propria è più facile abbatterle. Come? Acquistando dei supporti validi come lo sono, ad esempio, i montascale. Si tratta di utili supporti per permettere a chi non riesce a salire le scale in maniera autonoma di farlo senza problemi. È un piccolo aiuto che, però, permette di migliorare la vita di chi ha dei deficit motori. Ad oggi, inoltre, sempre più aziende che producono montascale, offrono la possibilità di personalizzarli, in maniera tale da renderli adatti all’ambiente in cui vanno collocati. Attraverso la personalizzazione del sostegno in questione, si potrà avere il montascale pensato appositamente per la stanza in cui lo si fa montare.

Si può scegliere il colore del seggiolino, il tessuto, la forma e la larghezza, si può far conformare il tutto in base alla forma della scala e al numero degli scalini e tutto ciò permette di non avere stravolgimenti della stanza e di avere sempre un ambiente elegante. Per l’acquisto di questi supporti per permettere di salire le scale, si possono ottenere delle agevolazioni fiscali.

Nello specifico, si tratta di misure che permettono di aiutare economicamente chi deve ricorrere all’acquisto di questo strumento: possono richiedere le agevolazioni di cui sopra coloro i quali hanno il deficit e, quindi, chi ha disabilità motorie o visive che impediscono di salire le scale in autonomia. Anche i parenti di suddette persone, così come gli abitanti del palazzo in cui risiede un disabile, possono usufruire di queste agevolazioni.

E’ ovvio che la disabilità deve sempre essere comprovata, attraverso la presentazione di certificati che attestano che si tratta di una persona bisognosa di un montascale per riacquistare un po’ della propria autonomia. Fatto questo, poi, si potrà provvedere a scegliere il modello che più di tutti fa al caso proprio e, in questo modo, abbattere una piccola ma grande barriera architettonica.

Del resto, se non si comincia con il rendere più agevole in primis il luogo dove si vive e dove si passano la maggior parte delle ore della giornata, non si riesce ad ottenere alcun miglioramento. Esistono in Italia numerose realtà che operano nel settore dell’abbattimento delle barriere Architettoniche, come ad esempio l’azienda Montascale Agile che realizza ed installa montascale in Toscana.

Il montascale, quindi, diventa un alleato molto utile per chi ha bisogno di un aiuto: ci si siede sul seggiolino e si sale al piano più alto, senza troppi sforzi e in modo semplice. Esistono anche quelli capaci di sollevare le carrozzine, dotate di pedana e utili per chi non si può proprio alzare.

redazione

I contenuti pubblicati dalla redazione di Italiaglobale.