Come capire se una persona è dislessica

La dislessia è un disturbo dell’apprendimento che influenza la capacità di leggere, scrivere e talvolta parlare. Questo disturbo è più comune di quanto si pensi, con una prevalenza stimata tra il 5% e il 17% della popolazione​​. Riconoscere i segnali della dislessia è fondamentale per poter intervenire tempestivamente e offrire il supporto necessario.

Come capire se una persona dislessica
foto@pixabay

Segni distintivi della dislessia

Segni precoci nei bambini

I sintomi della dislessia possono manifestarsi già in età prescolare. Tra i segni precoci ci sono difficoltà a riconoscere le lettere, problemi nel ricordare le parole, e una scarsa capacità di associare suoni e lettere​​​​. Altri segnali includono:

Segni nei bambini in età scolare

Man mano che i bambini crescono, i segni della dislessia possono diventare più evidenti. Tra i sintomi più comuni ci sono:

  • Lettura lenta e laboriosa.
  • Errori frequenti durante la lettura ad alta voce, come l’inversione di lettere e parole.
  • Difficoltà nella comprensione del testo letto.
  • Problemi con l’ortografia e la scrittura, inclusa la scrittura a specchio.

Segni negli adolescenti e negli adulti

Negli adolescenti e negli adulti, la dislessia può manifestarsi attraverso:

  • Difficoltà nel prendere appunti durante le lezioni.
  • Problemi nell’apprendimento di una lingua straniera.
  • Lettura lenta e difficoltà nella comprensione del testo scritto.
  • Problemi organizzativi e di gestione del tempo​​​​.

Diagnosi della dislessia

Processo diagnostico

La diagnosi della dislessia non si basa su test di laboratorio, ma su una valutazione approfondita delle capacità di lettura, scrittura e comprensione orale. Il processo diagnostico spesso include:

  • Test di decodifica (capacità di leggere parole sconosciute suonandole).
  • Valutazione delle abilità linguistiche orali.
  • Test di fluidità e comprensione della lettura.
  • Valutazione dell’ortografia e del vocabolario​​.

Quando valutare un bambino

È consigliabile sottoporre un bambino a una valutazione per la dislessia il prima possibile, idealmente prima della terza elementare. Segnali precoci di problemi di lettura possono emergere già in prima elementare. Tuttavia, una diagnosi formale può essere utile anche in età prescolare se vi sono chiari segnali di difficoltà linguistiche e di lettura​​.

Strategie di supporto

Interventi educativi

Gli interventi educativi sono essenziali per aiutare le persone dislessiche a sviluppare abilità di lettura efficaci. Alcuni approcci includono:

  • Istruzione multisensoriale: Utilizzare metodi che coinvolgono più sensi (visivo, uditivo, cinestetico) per insegnare le abilità di decodifica​​.
  • Revisione e ripetizione delle abilità: Ripetere e consolidare le abilità apprese.
  • Lezioni individuali o in piccoli gruppi: Offrire un’istruzione personalizzata può essere molto efficace.

Tecnologie assistive

Le tecnologie assistive possono giocare un ruolo cruciale nel supportare le persone con dislessia. Tra le soluzioni più utili ci sono:

  • Software di sintesi vocale, che leggono il testo scritto ad alta voce.
  • Software di riconoscimento vocale, che trascrivono il parlato in testo scritto.
  • Caratteri tipografici adatti ai dislessici, progettati per migliorare la leggibilità​​.

Piani educativi personalizzati

Collaborare con la scuola per sviluppare un Piano Educativo Individualizzato (PEI) è fondamentale. Questo piano dovrebbe includere:

  • Strategie di insegnamento adattate.
  • Tempi aggiuntivi per test e compiti.
  • Alternative per le valutazioni scritte, come esami orali o progetti pratici​​.

Supporto emotivo e sociale

Supporto emotivo

Il supporto emotivo è altrettanto importante quanto quello educativo. La dislessia può influire negativamente sull’autostima e sul benessere emotivo. Ecco alcune strategie:

  • Incoraggiare e lodare i successi, anche quelli piccoli.
  • Spiegare al bambino che la dislessia non è una riflessione sulla sua intelligenza o capacità.
  • Favorire attività in cui il bambino eccelle, come sport o arti, per costruire la fiducia in se stesso​​.

Collaborazione con professionisti

Coinvolgere professionisti come psicologi, logopedisti e specialisti dell’apprendimento può offrire un supporto completo. Questi esperti possono fornire valutazioni dettagliate e raccomandazioni su interventi specifici per migliorare le abilità di lettura e scrittura​​.

Conclusione

Riconoscere e comprendere la dislessia è il primo passo per fornire il supporto necessario alle persone che ne sono affette. Con diagnosi tempestive, interventi educativi adeguati e un forte supporto emotivo, le persone con dislessia possono superare molte delle loro difficoltà e raggiungere il loro pieno potenziale. È fondamentale promuovere una maggiore consapevolezza e comprensione di questo disturbo, per creare un ambiente inclusivo e di supporto sia a scuola che nella vita quotidiana.