Riscaldamento globale: oceani più caldi, anfibi sulla terra

Riscaldamento globale: oceani più caldi, anfibi sulla terraRischi del riscaldamento globale: se gli oceani si scaldano, gli anfibi si spostano sulla terra per respirare meglio.

Queste sono le risultanze di uno studio accurato condotto dall’Università di Firenze e coordinato da Stefano Cannicci, insieme con altri colleghi naturalisti dell’Alfred Wegener Institute for Polar and Marine Research, vale a dire il più blasonato e famoso istituto europeo per lo studio dei cambiamenti climatici.

Per la ricerca è stato scelto un granchio molto diffuso sulle coste della Toscana, il Pachygrapsus Marmoratus.

Gli anfibi sono stati raccolti nella località di Calafuria, nei pressi di Livorno.

Il riscaldamento dell’acqua determina un crollo di ossigenazione che può essere compensato dal passaggio da una respirazione acquatica a una più aerea. E questo sta per l’appunto succedendo ai granchi in questione.

Stafano Cannicci spiega che “è stato dimostrato per la prima volta che l’innalzarsi delle temperature delle acque oceaniche guida un processo evolutivo importante come quello della colonizzazione delle terre emerse”.

“I granchi, prosegue Cannicci, ci permettono di capire come possa essere avvenuto uno dei passaggi evolutivi più importanti della storia, che ha portato all’evoluzione delle specie terrestri”.

Eleonora Gitto

Giornalista e appassionata del web, condivide la passione della scrittura sia su cartaceo che online.